ravioli di patate e pecorino, conditi con porri e timo

ravioli di patate e pecorino, conditi con porri e timo

Lo scorso giugno, in occasione del mio compleanno, gli amici di sempre mi hanno fatto dono di una meravigliosa macchina per la pasta Imperia , estorcendomi la promessa di organizzare, non appena il caldo torrido dell’estate fosse cessato, un pranzo o una cena a base di pasta all’uovo fatta in casa. Con l’arrivo dei primi freddi autunnali e con la complicità del cielo grigio e umido della valpadana, eccomi pronto a far girare la manovella della nonna papera per preparare dei gustosi ravioli vegetariani a base di prodotti autunnali: patate, porri, pecorino.

ravioli di patate e pecorino per 6 persone:
per la pasta

  • 150 gr di farina di grano tenero 00;
  • 2 uova medie.

per il ripieno

  • 200 gr di patate;
  • 100 gr di pecorino sardo;
  • noce moscata;
  • 1 uovo;
  • sale e pepe

per il condimento

  • 100 gr di porri;
  • 30 gr di burro;
  • mezzo bicchiere di latte;
  • due rametti di timo;
  • sale, pepe

Preparazione:

Setaccia e disponi la farina a fontana sulla spianatoia, poi forma un incavo nel centro e al suo interno rompi ad una ad una le uova;  con l’aiuto di una forchetta mescola le uova prendendo man mano la farina dai bordi, termina lavorando l’impasto con le mani finché non risulterà liscio e compatto, se durante la lavorazioni noti che l’impasto risulta troppo asciutto o umido regola con acqua o farina. Avvolgi l’impasto nella pellicola e lascia riposare.

Nel frattempo lessa le patate in acqua, una volta pronte schiacciale con una forchetta e quando si saranno intiepidite aggiungi  un uovo intero, il pecorino grattugiato , il pepe e la noce moscata fino a formare una purea ben compatta.

Per confezionare i 30 ravioli (5 per persona) ho utilizzato uno stampo circolare del diametro di 4 cm. Taglia 1/4 dell’impasto e con l’ausilio della macchina della pasta, il mattarello, la sfogliatrice, prepara una sfoglia sottilissima ( numero 1 della ghiera della macchina per la pasta Imperia ). Taglia in due la sfoglia, stendi le due metà sulla spianatoia ben infarinata, nel mezzo riponi un cucchiaio di ripieno – regola la distanza in base allo stampo che utilizzi – copri con l’altra metà di sfoglia, premi bene con le dita i due strati di pasta intorno alla farcia in modo da far uscire l’eventuale aria presente, infine con il coppa pasta ritaglia ogni singolo raviolo. Riponi i ravioli su un canovaccio asciutto e ben infarinato. Ripeti le operazioni sopra descritte fino all’esaurimento della pasta.

Affetta a rondelle sottili i porri, riponili in una padella, aggiungi il latte e il burro, poco sale e pepe e lasciali stufare finché il latte non si sarà completamente addensato. Nel mentre porta a bollore un litro e mezzo d’acqua con un cucchiaio di sale grosso. Quando l’acqua bolle, abbassa la fiamma e immergi i ravioli, quando vengono a galla continua la cottura ancora per qualche minuto. Aiutandoti con un colino, scola i ravioli e ripassali nella stessa padella con i porri mescolando il meno possibile per evitare di rompere i ravioli, completa la cottura con qualche foglia di timo meglio se limoncino.

Oplà! un piatto decisamente gustoso e con un apporto calorico contenuto e ricordati di fare mi piace sulla pagina facebook di Oplá!

 

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



1 thought on “ravioli di patate e pecorino, conditi con porri e timo”

Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi