Amsterdam: relax alle terme e street food tra le vie del centro

Amsterdam: relax alle terme e street food tra le vie del centro

Un fine settimana a Amsterdam. Sveglia, due bicchieri d’acqua, scarpe da jogging e siamo pronti per il primo allenamento in terra olandese. Dall’elenco dei percorsi suggeriti da Runtastic scegliamo un tragitto circolare di 4,5 km che s’estende lungo tutto il perimetro di una specie di canale chiuso, simile all’idroscalo milanese, che si trova nella zona settentrionale del parco.

La mattinata è davvero fredda, dopo qualche minuto di corsa inizio a sentire che le mani e il naso si stanno velocemente raffreddando, ma imperterrito continuo l’allenamento confidando nell’avvicinarsi di chiazze di terreno illuminate dal sole.

Intorno a noi centinaia di alberi dalle chiome dipinte con innumerevoli tonalità di giallo, mentre ai nostri piedi un tappeto erboso di un verde brillante tanto da sembrare un prato inglese appena falciato e irrigato. Amsterdamse Bos a quest’ora del mattino è un luogo gremito di persone intente a mantenersi in forma: c’è chi corre, chi pedala in bicicletta, chi cavalca tra le radure e i boschi del parco e chi, invece tranquillamente passeggia in compagnia di un amico, un famigliare o del proprio cane. Durante il tragitto incrociamo anche diversi gruppi di persone accompagnate da un personal trainer impegnate in piegamenti, flessioni e sollevamento di pesi. Giunti quasi alla fine del percorso, incappiamo nelle gare studentesche di canottaggio con ragazzi scatenati che, incuranti dei poveri passanti, corrono lungo l’argine incitando i vogatori della propria squadra. Arriviamo alla fine del nostro percorso, incerti se fermarci o meno a bere qualcosa di caldo al bar del parco, decidiamo,  vista la calca e l’infreddolimento generale, di rifugiarci nella SPA dell’hotel. Perché come dice Alessandro: “dopo una attività fisica, la sauna è fondamentale per rilassare la muscolatura

Il centro benessere del SPA Sport Zuid Amsterdam, è un luogo ben progettato con spazi al chiuso e all’aperto. L’ingresso si apre con due ampie zone semicircolari con docce, seguono una prima sauna finlandese e il bagno turco, due vasche d’acqua calda chiuse da una vetrata dove è possibile immergersi tra colori e profumi; un ampia piscina interna con due zone idromassaggio e ancora due saune finlandesi a 70 e 90 gradi ed infine una cascata e vasca d’acqua gelida per raffreddamento post sauna. All’esterno c’è un ampio giardino con una zona idromassaggio e ancora una sauna finlandese ed un bagno turco. Trascorriamo circa quattro ore godendoci la relativa tranquillità del sabato mattina.

Verso le 13.00 prendiamo l’autobus numero 170 direzione Amsterdam Stazione Centrale, in meno di venti minuti ci troviamo nell’affollata Stationplein, percorriamo un tratto di Damrak in direzione Dam ma quasi subito ci fermiamo attratti dalle golosità esposte da Febo de lekkerste…!, una catena di negozi fondata a Amsterdam nel 1941 e specializzati nel walk-up fast-food ( NdR cibo da passeggio ), nell’ordine mangiamo un Broodje Rundvleeskroket ossia un panino con una specie di crocchetta di carne e un Kipburger che tradotto è un hamburger di pollo con lattuga e pomodoro. Stuzzicati da questo inaspettato e succulento antipasto, ci addentriamo nei vicoli del centro cittadino alla ricerca di Tasty of Asia, un piccolo ristorante asiatico che avevamo avuto modo d’apprezzare durante la nostra precedente visita della città. Purtroppo ho scordato di salvare sulla mappa l’indirizzo esatto dell’oscuro desiderio dei nostri palati, quindi ci tocca improvvisare. Fortunatamente una meravigliosa insegna verde con scritto shanghai noodels ci sorride da lontano, entriamo e concludiamo il pranzo con una porzione di noodles saltati con verdure e una zuppa udon. Sfamati e satolli concludiamo la visita al centro di Amsterdam passeggiando tra i canali di Rembrandtplein e l’ampio spazio verde del Museumplein.

Passando per Utrechtstraat entriamo al Marqt un supermercato di prodotti bio e locali dove acquistiamo dell’insalata con mele e uvetta, delle carote condite con una salsa di mango e infine delle lenticchie con caprino e zest di limone. Ci serviranno per la cena della sera.

Arrivati in hotel ci immergiamo nuovamente nelle acque calde della SPA e qui rimaniamo con le chiappe a mollo fino all’arrivo del crepuscolo prima e del buio serale poi, solo per gustarci l’effetto delle mille luci che man mano s’accendano.

Chiudiamo la giornata con le nostre insalate mangiate in camera mentre guardiamo in tivvù una maratona dedicata al programma americano Ridiculousness

Rimani connesso per leggere la terza giornata dedicata a jogging e al relax

Ricordati di fare mi piace sulla pagina facebook di Oplá!

Leggi il racconto delle altre giornate del week end passato a Amsterdam

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



3 thoughts on “Amsterdam: relax alle terme e street food tra le vie del centro”

Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi