Gnocchetti piacentini: pane, farina, fagioli e pomodoro

Gnocchetti piacentini: pane, farina, fagioli e pomodoro

Quando ero bambino odiavo i fagioli, proprio non c’era verso di farmeli piacere e ogni volta che mia nonna preparava il risotto al pomodoro con fagioli, chissà per quale avverso destino, a me capitava sempre la porzione che ne conteneva di più. Per fortuna si cambia ed ora che sono adulto e vaccinato i legumi sono tra i miei alimenti preferiti: ceci, lenticchie, piselli, fave, cicerchie e fagioli sono sempre presenti nel mio regime alimentare. Ma c’è un solo piatto a base di fagioli che, a mio personale giudizio, sovrasta tutti i pisarei e fasó ossia i gnocchetti piacentini a base di farina e pane raffermo, conditi con un sugo al pomodoro e fagioli.

Pisarei e fasó è un piatto tipico della tradizione culinaria del piacentino al pari delle tagliatelle romagnole tant’è che in passato, quando un ragazzo presentava la propria fidanzata alla famiglia, la madre di lui controllava le callosità del pollice destro della futura nuora, segno quest’ultimo di una pregressa esperienza nel fare i pisarei e solo così la tusetta veniva giudicata abile e ruolo di massaia e moglie. Incerto è l’origine del nome della parola pisarei, le più attendibili sono due; la prima deriverebbe dalla storpiatura della parola piacentina Bissa, cioè biscia-serpente come la forma delle strisce di pasta prima di essere tagliate. L’altra che deriverebbe dalla parola spagnola Pisar, cioè pestare-schiacciare; infatti i gnocchetti vanno schiacciati sotto alle dita per dar loro la tradizionale forma.

La ricetta originale prevede l’utilizzo di pancetta e a volte anche di salsiccia che io non ho utilizzato per mantenere il piatto vegetariano, inoltre ti ricordo che i fagioli borlotti sono un alimento dal profilo nutrizionale completo, contengono diversi amminoacidi essenziali e sono anche una ricca fonte di fibra alimentare, inoltre forniscono al nostro organismo una buona quantità di vitamine e apportano una discreta quantità di sali minerali. Grazie alla presenza della leticina e del glucodrine  contribuiscono al controllo del livello di colesterolo e glicemia nel sangue con conseguente effetto protettivo dell’apparato cardiovascolare.

Insomma una ricetta sana, vegetariana e anti spreco!

Ingredienti per quattro persone
per i gnocchetti

  • 300 gr di farina bianca 0;
  • 150 gr di pane raffermo grattugiato;
  • acqua bollente

per il sugo con fagioli

  • 250 gr di fagioli borlotti o cannellini;
  • 300 gr di passata di pomodoro;
  • 60 gr di cipolla;
  • 60 gr di carote;
  • 60 gr di sedano;
  • 40 gr di olio extra vergine d’oliva;
  • mezzo peperoncino;
  • sale e pepe

Preparazione
La sera prima o almeno quattro ore prima metti a bagno i fagioli. Fai un trito di cipolla, carote e sedano, riponi i tocchetti in una casseruola con l’olio extra vergine d’oliva e fai soffriggere a fuoco moderato per una decina di minuti, eventualmente allunga con dell’acqua per evitare che le verdure si brucino; scola e versa i fagioli nella casseruola, aggiungi il sale, il pepe e il peperoncino tritato. Versa la passata di pomodoro, un pizzico di zucchero e infine copri con il coperchio e fai cuocere lentamente per circa un’ora o almeno finché i fagioli risulteranno cotti e la salsa densa e corposa.
Ora dedichiamoci ai gnocchetti. Prendi un pentolino, versa 3/4 di litro d’acqua e porta a bollore. Tosta il pangrattato in forno per qualche minuto, poi versalo in una terrina e scottalo un mestolo d’acqua bollente, aggiungi un pizzico di sale e inizia a impastare aggiungendo la farina bianca setacciata ed eventualmente altra acqua fino a ottenere un impasto elastico. Ora prendi l’impasto, dividilo in quattro, forma delle palline e poi delle “biscie” larghe quanto un dito. Taglia le biscie a pezzetti grossi quanto un fagiolo schiacciando poi ogni pezzetto con il pollice facendolo rotolare sulla spianatoia.

In una pentola capiente porta a bollore abbondante acqua salata, metti a cuocere i pisarei e appena tornano a galla scolali e ripassali per qualche minuto nella casseruola con il sugo di fagioli. Servi con abbondate parmigiano grattugiato e una bella spolverata di pepe nero.

Ricordati di fare mi piace sulla pagina Facebook di Oplà! Ti fa bene

 

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



2 thoughts on “Gnocchetti piacentini: pane, farina, fagioli e pomodoro”

Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi