Suvvia! Prova un cenone di capodanno vegetariano

Suvvia! Prova un cenone di capodanno vegetariano

Adoro il periodo natalizio, il clima baldanzoso, la ricerca dei regali, l’addobbo compulsivo di casa come se fosse il villaggio di Santa Claus e il maggior tempo a disposizione per trascorrere serene giornate con famigliari, parenti e amici. Ma rabbrividisco al solo pensiero della roulette “scopaccionesca” che m’attende. Tra aperitivi con i colleghi, i pranzi d’ordinanza con i clienti e infine i cenoni di natale-santo-stefano-capodanno sento già il mio stomaco borbottare, la mia pancia dilatarsi e già mi vedo satollo e gonfio seduto sul divano con in mano la confezione intera di effervescente galeffi al gusto arancia. Così mi son detto: perché non proviamo un cenone vegetariano preparato con prodotti di stagione e magari a chilometro zero?

 

APERITIVO/ANTIPASTI

L’insalata russa è un piatto che deve assolutamente esserci sulla tavola delle festività di fine anno. E’ un piatto avvolgente e ricco di sapori contrastanti, il dolce delle verdure, l’agro dell’aceto e del succo di limone. Lo scorso anno ho provato a sostituire la maionese con una purea di patate montata con dell’olio d’oliva e il risultato è stato davvero sorprendente e a basso contenuto di grassi. Leggi la ricetta per l’insalata russa vegana.
Caprese nel bicchiere
: è un piatto semplice, fresco e colorato a base di pomodoro, basilico e burrata ( leggi la ricetta) oppure  puoi gustare dei croccanti involti primavera vegetariani ( leggi la ricetta ) da accompagnare con una piccante salsa al pomodoro ( leggi la ricetta della salsa piccante ).

PRIMI PIATTI

Le lasagne sono un piatto opulento e ricco di sapore, preparato per qualsiasi occasione di festa. Nel nostro caso ti propongo invece una alternativa vegetariana le lasagne verde ripiena di zucca, spinaci e provola affumicata ( leggi la ricetta ), oppure, sempre per rimanere delle campo delle paste ripiene,  puoi decidere di stupire i tuoi ospiti con una ricetta apparentemente delicata ma che rivela, una volta giunta nel palato, il suo carattere “pepato” i ravioli di patate e pecorino con crema di porri ( leggi la ricetta ). Se invece vuoi proporre agli infreddoliti commensali una calda minestra ti propongo la zuppa di lenticchie di castelfiorito con la zucca mantovana  ( leggi la ricetta ); infine anche un deciso risotto con radicchio e taleggio ( leggi la ricetta ) può risultare una valida alternativa.

SECONDI PIATTI

Due piatti della tradizione culinaria italiana s’incontrano in una ricetta che ricorda il cappon magro ligure e l’insalata di rinforzo napoletana ( leggi la ricetta )

DOLCI

Chiudiamo con un dolce alle mele, cioccolato e frutti di bosco preparato con farina di riso ( leggi la ricetta del ciambellone ) oppure un più sofisticata crostata con crema di avocado e lamponi ( leggi la ricetta )

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi