Fine settimana a Bergen in Norvegia, una città sospesa tra cielo e mare

Fine settimana a Bergen in Norvegia, una città sospesa tra cielo e mare

Eccoci a Bergen in Norvegia. Una piccola cittadina con una storia centenaria alle spalle ancora oggi è percepibile passeggiando tra le vie del centro storico o visitando il suo antico mercato del pesce.
Gli amanti del trekking potranno cimentarsi tra gli innumerevoli percorsi che si snodano lungo i fianchi delle sette montagne che circondano la città, dalle cui vette si gode uno strepitoso panorama del il fiordo di Bergen, che si espande tra i ripidi crinali montuosi.
Ma non è tutto, infatti ogni giorno salpano dal porto le navi che portano i turisti alla scoperta delle affascinanti coste norvegesi che s’affacciano sul mar baltico. Nelle prossime pagine il racconto del nostro fine settimana a Bergen. Buona lettura.

Bryggen

Bryggen, 5003 Bergen, Norvegia  – Bryggen è lo storico quartiere di Bergen, le cui 280 case di legno, sono state riconosciute nel 1979 Patrimonio mondiale dell’Unesco. Non ci sono parole adeguate per descrivere la bellezza architettonica di questo quartiere.

La maggior parte della case, sono state ricostruite dopo il devastante incendio del 1702, e conservano tutt’ora l’originale vocazione di abitazione-magazzino. In questi luoghi per secoli sono avvenuti gli scambi commerciali di prodotti alimentari e non, come lo stoccafisso proveniente dal Mar Baltico con i cereali coltivati in mezza Europa.

Non mancate di visitare il museo della lega anseatica ( scopri di più ) per avere una idea di quanto fosse difficile la vita da queste parti e dell’organizzazione quasi militare che vigeva all’interno di queste abitazioni-magazzini.

Non perdetevi il tramonto sul porto quando la luce del sole accende le finestre delle case.

Il giro dei laghi da Svartediket a Langevatnet

Ulriken 5014 Bergen, Norvegia –  E’ una passeggiata di circa 4 ore di camminata con un dislivello di 560 metri. Si parte dal porto di Begen, si costeggia la stazione degli autobus lungo Kalfarveien per poi prendere Svartediksveien.

Giunti al termine della strada si gira a sinistra lungo un sentiero che porta al Svartediket il primo bacino idrico artificiale, si cammina su una strada sterrata pianeggiante fino a circa metà invaso e, superata una prima diga, s’inizia a salire tra boschi e piccole cascate lungo la Tarlebøveien che porta al Tarlebøvatnet, un secondo invaso artificiale con vista sulle cime delle sette montagne che circondano Bergen.

La strada prosegue verso sinistra e costeggia il crinale della montagna fino a raggiungere la torre radiofonica di Rundemanen. Godetevi il paesaggio prima di scendere in direzione Fløyen.

Lungo il tragitto per l’arrivo della funicolare di Fløyen s’incrociano due laghi che si aprono rispettivamente a destra e a sinistra del sentiero sono il Store Tindevatnet e il Storediket.

Arrivati a Fløyen potete scegliere se prendere la funicolare per Bergen oppure allungare la passeggiata di altri 45 minuti per giungere con le vostre gambe al porto di Bryggen.

Tips! Il tempo è molto variabile quindi indossate un abbigliamento adatto ai repentini cambi di temperatura. Lungo il tragitto non ci sono strutture ricettive quindi fate una buona scorta di acqua e del buon cibo da consumare lungo l’argine di uno dei tanti torrenti di montagna.

lungo il fiordo di Bergen DA Fløyen a Sandvikspilen

Fløyfjellet 5, 5014 Bergen, Norvegia –  E’ una esperienza  davvero unica, attraversare il porto, le antiche case di Bryggen e salire lentamente in mezzo ai boschi fino alla cima del monte Fløyen. Il percorso, chiamato Fløyfjellet, è sempre ben indicato per molti tratti all’ombra e permette di raggiungere senza troppo impegno la cima della montagna che si trova a circa 400 mt di altezza.

Giunti in vetta è possibile affacciarsi sulla terrazza panoramica che offre una vista bellissima ( meglio se al tramonto ) sull’intero fiordo. Per i più pigri c’è una comoda funivia la Fløibanen ( guarda il sito ) che, in meno di dieci minuti, collega il porto alla terrazza panoramica.

Proseguiamo in direzione Brushytten fino a incontrare il Revurtjernet, un piccolo lago circondato da conifere, per poi salire a nord fino al bacino artificiale di Storediket dove ci fermiamo per consumare un veloce pranzo al sacco.

Camminiamo ancora per qualche chilometro fino al lago di Storevatnet dove è possibile ammirare uno dei panorami più belli dell’intero percorso. Iniziamo poi a scendere a valle e raggiungiamo l’abitato di Sandviken alle porte di Bergen.

 

 

Nei dintorni di Bryggen

Per gli amanti dell’arte contemporanea a Sandviken è possibile ammirare alcuni dei graffiti realizzati da Bansky ( scopri le sue opere in Norgevia ), e vedete di non mancare la visita a Festplassen il parco cittadino teatro di molte manifestazioni soprattutto nel periodo estivo, infine sul lato opposto di Bryggen si sviluppa il quartiere residenziale di Nordes molto caratteristico e colorato.

 

COME ARRIVARE, DOVE ALLOGGIARE E DOVE MANGIARE

Volo: abbiamo preso il volo KLM 1620 delle 10.55 da Milano Linate per Amsterdam Schiphol. Dopo un breve scalo di un’ora siamo ripartiti con il volo  KLM 1189  delle 15.05 per Bergen. Siamo atterrati 1.45 minuti dopo il decollo in perfetto orario.

L’aeroporto è collegato alla città con i normali autobus di linea e il tragitto è davvero breve poco meno di mezz’ora per giungere in prossimità del mercato del pesce.

Hotel: abbiamo alloggiato al Comfort Hotel Holberg ( guarda il sito ) un’ottima struttura alberghiera che si trova nelle vicinanze del porto con una colazione super!

Cibo: il cambio euro/corona non è favorevole e sommato al costo della vita norvegese diventa davvero proibitivo pranzare o cenare nei ristoranti della città. Per il pranzo ci siamo affidati ai collaudati Subway, Burger King  o acquistando qua e là cibarie varie nei negozi alimentari. Mentre per cena abbiamo provato e apprezzato il Shanghai-Kobe restaurant in Lodin Lepps gate 4, 5003 Bergen ( guarda dov’è su google map ) cucina cinese e gestori molto cordiali.

Attrazioni: avevamo programmato una giornata in nave tra i fiordi norvegesi con la compagnia Rødne Fjord Cruise ( guarda il sito ) , visto il perdurare del cattivo tempo abbiamo atteso il primo giorno di sole. Peccato che il bel tempo ha fatto capolino sulla cittadina norvegese la domenica giorno in cui la società è chiusa. Ci racconterete voi cosa ci siamo persi.

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter oppure fai mi piace alla pagina Facebook di Oplà ( vai alla pagina )

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi