Azzorre: visita al parco dei mulini di Ribeira dos Caldeirões sull’isola di Saõ Miguel

Azzorre: visita al parco dei mulini di Ribeira dos Caldeirões sull’isola di Saõ Miguel

Il parco naturale di Ribeira dos Caldeirões si trova tra i comuni di Achada e Achadinha, sulla costa settentrionale dell’isola di Saõ Miguel, a circa 30 minuti da Ponta Delgada.

All’interno del parco sono stati recuperati e aperti al pubblico un gruppo di tre mulini che si sviluppano lungo il corso del torrente Ribeira dos Caldeirões; la casa del mugnaio è stata riadattata in un alloggio per i turisti e il granaio è diventato un bistrot con annesso negozio di souvenir.

Un luogo suggestivo dove poter trascorrere qualche ore godendo del gorgheggiare dell’acqua e della lussureggiante vegetazione.

Parco naturale di Ribeira dos Caldeirões

Il parco naturale

Parque Natural da Ribeira dos Caldeirões, Portogallo siamo nelle fregueisa di Nordeste, la parte più selvaggia dell’isola di Saõ Miguel, dove dalle pendici della Serra da Tronqueira il torrente Ribeira dos Caldeirões raggiunge l’oceano attraversando una stretta valle ricoperta da numerosi alberi di lauro.

Intorno alla prima cascata si sviluppa l’area protetta della riserva naturale, dove è possibile osservare la flora e la fauna tipica della macaronesia ( scopri cos’è ), ortensie azzurre, felci rigogliose e clivie turchesi creano un fitto sottobosco tra gli alberi di cedro e di lauro.

Se si è particolarmente fortunati si può osservare il ciuffolotto comune ( scopri cos’è ), un passero dal piumaggio color aragosta stanziale delle isole Azzorre che nidifica nelle zone boschive.

I mulini

Dopo aver visitato il parco naturale, si attraversa la carreggiata stradale e si accede all’area dei mulini. Qui in passato gli abitanti dell’isola, sfruttando il naturale dislivello del terreno, hanno deviato e incanalato parte delle acque del torrente con lo scopo di alimentare le pale di tre mulini costruiti l’uno al di sotto dell’altro.

Mulini del parco

Una rampa di scale permette l’accesso ai singoli mulini, dove sono conservate le antiche macine in pietra che servivano a trasformare i grani di frumento in profumata farina.

Proseguendo la discesa si arriva in prossimità del letto del torrente dove è possibile ammirare la seconda cascata da una suggestiva prospettiva.

Una volta risaliti ci si può concedere una pausa caffè al bistrot del parco oppure, come abbiamo fatto noi ordinare un gustoso e semplice panino con pomodori, olive e tonno. Una vera squisitezza!

Camminando lungo il sentiero che costeggia il torrente si arriva alla terza cascata che scorga direttamente dal fianco della montagna, è il Ribeira do Gulherme una fonte che alimenta il torrente Caldeirões.

Qui è stata allestita un’area attrezzata per i visitatori: sedie, tavoli, gazebi e l’immancabile barbecue.

Il parco è aperto anche durante le ore serali ed è illuminato con un gioco di luci di sicuro effetto, purtroppo noi non abbiamo avuto l’occasione di poteri tornare per ammirare questa variazione sul tema, ma se ci passate voi e volete mandarci le foto, ci farebbe davvero piacere.

Ricordati di fare Mi Piace alla pagina Facebook di Oplà!

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...



Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi