La mia prima red velvet

La mia prima red velvet

La torta red velvet è una torta molto in voga negli Stati Uniti e negli ultimi anni anche in Europa a seguito della diffusione dei tanti programmi di cucina made in US. Lo scorsa maggio, in occasione di un viaggio a New York, ho potuto assaporare la versione preparata dal Boss delle Torte e devo dire che, nonostante tutti i pregiudizi che m’ero fatto, l’ho trovata davvero eccezionale.

Ma solo ora che ho raggiunto il peso corporeo che m’ero prefissato e che le strette maglie del nuovo regime alimentare si son fatte più larghe ( vedi la sezione diario di un obeso ) , ho deciso di cimentarmi in questa ricetta.

La red velvet è una torta a strati dal colore rosso scuro, guarnita con crema alla vaniglia. In origine il colore della torta era dato dalla reazione chimica tra il cacao e l’aceto di mele, mentre oggi la colorazione viene data grazie l’aggiunta di coloranti alimentari. Esistono diverse versioni della ricetta ma gli ingredienti base rimangono: farina doppio zero, burro, zucchero, latticello, cacao, bicarbonato e aceto di mele.

Nessuno conosce esattamente l’origine di questa torta, pare che la sua ricetta abbia  cominciato a circolare negli USA nel 1920 quando venne presentata per la prima volta al Waldorf-Astoria di  New York, anche se il termine “velvet cake” era già stato usato per una precedente ricetta pubblicata a base di limoni sulla rivista Ballou’s Monthly Magazine di Boston nel 1871 e stava a indicare una torta umida (moist) liscia (smooth).

Ad ogni modo, ti posso garantire che questa ricetta è adatta per le ricorrenze importante, in quanto il risultato è scenografico, sfacciatamente opulento e burroso. Rispetto alle varie ricette che ho trovato in rete ho dimezzato la dose di burro per la farcia per il semplice motivo che il sapore della crema al burro al lungo andare mi nausea, poi vedi tu se raddoppiare.

In più per contrastare il dolce della crema al latte ho aggiunto l’acidulo della confettura extra di lampone rigorosamente senza zucchero. Ultimo suggerimento, che troverai poi riportato nel paragrafo dedicato alla preparazione è quello di dosare il colorante poco per volta nell’impasto fino a che non ottieni il colore desiderato.

Ingredienti per otto o più persone, dipende da quanto grandi fai le fette 🙂
per l’impasto

  • 400 gr di farina doppio zero;
  • 400 gr di zucchero;
  • 400 gr di latticello o yogurt intero bianco;
  • 150 gr di burro a temperatura ambiente;
  • 16 gr di cacao in polvere;
  • 9 gr di sale;
  • 7 gr di bicarbonato di sodio;
  • 9 gr di aceto di mele
  • 3 uova intere a temperatura ambiente;
  • un cucchiaino di colorante alimentare rosso in gel

per la farcia/copertura

  • 500 ml di latte;
  • 400 gr di zucchero;
  • 200 gr di burro;
  • 250 gr di confettura extra di lamponi senza zucchero;
  • 50 gr di frumina/fecola o farina 00;
  • una bacca di vaniglia.

Preparazione

Iniziamo con il preparare i dischi di pasta, prendi tre tortiere da 21 cm di diametro, anche usa e getta vanno benissimo, imburrale e infarinale e tienile da parte, accendi e riscalda il forno a 180 gradi.

Prendi l’impastatrice e nel recipiente versa il burro e metà dello zucchero e inizia a impastare finché non ottieni un composto spumoso e ben montato,  te ne accorgi perché inizialmente tende a formare una palla compatta attorno al braccio della planetaria che poi lentamente si sfilaccia rimanendo rimanendo attaccato alle pareti e assumendo l’aspetto di zucchero filato.

Apri la confezione di yogurt o latticello e sciogli il colorante e il sale, poi in una ciotola versa il bicarbonato e l’aceto di mele mentre in un secondo contenitore setaccia la farina.

Ora mentre la planetaria continua a impastare versa la polvere di cacao, poi un uovo, un terzo della farina rimanente, un terzo dello zucchero avanzato e un terzo dello yogurt e continua così fino all’esaurimento dei prodotti.

Se il colore non ti convince aggiungi pure altro colorante all’impasto.

Dividi l’impasto nei tre dischi e inforna per 30 minuti e più, controlla con uno stecchino il grado di cottura.

Per preparare la farcia sciogli la farina nel latte, incidi il baccello di vaniglia estrai i semi e versali nel latte insieme alla bacca. Porta a bollore il latte mescolando con una frusta fino ad ottenere una crema liscia e vellutata.

Fai raffreddare. Aiutati con una frusta elettrica e monta il burro con lo zucchero e aggiungi – solo quando ben freddo – la crema al latte. Riponi il tutto in frigo.

Ora è giunto il momento di montare la torta. Predi i tre dischi di pasta, pareggiali e livellali in modo che risultino uguali e uniformi.

Poni il primo disco sul piatto di portata o su una tortiera girevole, distribuisci sulla superficie tre cucchiai di marmellata di lamponi e poi altri tre cucchiai di farcia al latte; prosegui fino al completamento.

Distribuisci la rimanente farcia sulla superficie laterale della torta aiutandoti con una spatola.

Più è fredda la torta e la farcia e più sarà facile distribuirla. Completa la parte duperiore con dei ciuffi di crema al latte e con dell’altra confettura.

Ricordati di fare mi piace sulla pagina Facebook di Oplà! Ti fa bene

Forse potrebbe interessarti anche:

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...



5 thoughts on “La mia prima red velvet”

Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi