La ricetta originale del pasticciotto salentino

La ricetta originale del pasticciotto salentino

Tempo di lettura 3 minuti. Colonna sonora è: Cesko e Puccia - la notte della taranta ascolta

Il pasticciotto salentino è un dolce semplice e gustoso a base di pasta frolla, rigorosamente preparata con lo strutto e crema pasticciera; una delizia che da Lecce in giù viene consumata appena sfornata accompagnata da una tazza di caffè.

La leggenda racconta che il pasticciotto fu ideato nel 1745 a Galatina nella bottega del pasticcere Nicola Ascalone in occasione della festa di San Paolo guaritore delle tarantate. Nicola utilizzò degli avanzi di frolla di una precedente lavorazione per creare una piccola torta che lui stesso chiamò pasticcio.  Il dolcetto ancora caldo fu regalato ad un passante che, estasiato dalla prelibatezza, ne volle qualcuno da portare in famiglia. Il successo fu immediato e la voce si sparse in tutta la provincia e nacque così il “pasticciotto de l’Ascalone” che nel tempo divenne uno dei dolci tipici del Salento.

Questo racconto non è confermato da nessun riferimento storiografico e non è possibile attribuire con certezza la paternità della ricetta a uno o all’altro pretendente. In mancanza di riferimenti archivistici certi è plausibile pensare che il pasticciotto è frutto di una rielaborazione di una ricetta già esistente, nata in un contesto gastronomico, la cucina aragonese del Regno delle Due Sicilie, dove abbondavano dolci a base di pasta frolla come ad esempio il fruttone leccese, il bocconotto calabrese, il bucchinotti alle amarene campano o la varchiglia alla monacale.

Per gustare il vero pasticciotto salentino a Lecce potete far tappa alla Pasticceria Natale o al Caffè Alvino oppure a Galatina alla Pasticceria Ascalone, infine al Malcandrino di Monteroni, lo chef propone una rivisitazione giovane del pasticciotto scomposto. A voi la scelta.

pasticciotti salentini
pasticciotti salentini

Ingredienti

stampa
    per la pastra frolla
  • 250 gr Farina doppio zero
  • 125 gr Strutto
  • 125 gr Zucchero
  • 32 gr Tuorlo d\'uovo
  • 8 gr Zest di limone
  • 6 gr Estratto di vaniglia
  • 1 gr Sale
  • per la crema
  • 500 dl Latte intero
  • 160 gr Zucchero
  • 90 gr Farina doppio zero
  • 50 gr Tuorlo d\'uovo
  • per la glassa
  • 50 gr Zucchero a velo
  • 32 gr Latte intero
  • 16 gr Tuorlo d\'uovo

  • porzioni: 15
  • preparazione: 90'
  • cottura: 20'
  • calorie: 291.27
.

Preparazione

Partiamo dalla preparazione della crema pasticciera: in un tegame monta lo zucchero con tre tuorli d’uovo finché non risulteranno ben spumosi, setaccia e incorpora la farina, aggiungi e incorpora nel composto metà del latte e riponi la pentola sul fuoco.

Porta a bollore aggiungendo il restante latte e mescolando il composto in continuazione fino a quando non velerà la frusta. Quando la crema pasticciera è pronta togli il tegame dal fuoco e lasciala raffreddare.

Ora concentriamoci sulla pasta frolla. Nell’impastatrice lavora per qualche minuto lo strutto con lo zucchero, aggiungi la farina setacciata e due tuorli d’uovo. Lavora l’impasto fino a quando non risulterà liscio e compatto, infine ricoprilo con della pellicola e lascialo riposare in frigorifero per mezz’ora.

Prepariamo i pasticciotti. Ungi e infarini 12 stampini di metallo o silicone e mettili da parte. Aiutandoti con il mattarello, stendi due terzi dell’impasto, ricavando una sfoglia dello spessore di circa tre millimetri, poi con l’ausilio di un coppapasta ricava dei dischi sufficientemente grandi in modo da coprire il fondo e i lati dello stampo.

Rivesti gli stampini e riempi il pasticciotto con un abbondante cucchiaiata di crema pasticciera, se vuoi puoi renderli più sfiziosi aggiungendo una amarena nel mezzo o un pezzo di cioccolato fondente.

Stendi con il mattarello la rimanente pasta e ricava dodici dischi di pasta e ricopri i pasticciotti vendo cura di chiudere bene i bordi.

In una ciotola stempera un tuorlo d’uovo con due cucchiai di latte, spennella la parte superiore dei dolcetti e infine informa il tutto a 220 gradi per 25 minuti.

Una volta cotti lasciali raffreddare e spolverali con dello zucchero a velo prima di servirli. Buon appetito!

Ultima cosa ricordati di fare Mi piace sulla pagina Facebook di Oplà ti fa bene

Informazioni nutrizionali

Calorie:
291.27 Kcal
Carboidrati:
567.02 gr
Grassi:
183.92 gr
Proteine:
84.4 gr

per 100 gr di prodotto - fonte: United States Department of Agriculture Agricultural Research Service

 

Vota l'articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...



Rispondi


Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. per maggiori informazioni | chiudi