Non buttare il pane raffermo: canederli, patate e verza

Pasta, Riso e altri cereali Regionale Ricette Svuota frigoriferoLeave a Comment on Non buttare il pane raffermo: canederli, patate e verza

Non buttare il pane raffermo: canederli, patate e verza

Mi capita spesso d’avanzare del pane che puntualmente surgelo oppure lascio diventare raffermo per grattugiarlo poi. Questa volta però voglio trasformarlo in un primo piatto goloso, colorato e vegetariano adatto alle fredde serate invernali. Così ho penato di reinterpretare la ricetta originale dei canederli altoatesini dando loro un cuore di formaggio filante e accompagnandoli con una semplice insalata di cavolo verza al cumino e delle patate lesse allo zafferano. Risultato assicurato!

Ingredienti per 14 canederli

Per i canederli

  • 200 gr di pane raffermo;
  • 50 gr di formaggio asiago fresco;
  • 50 gr di farina di frumento doppio zero;
  • 30 gr di grana padano;
  • un uovo intero;
  • 200 ml di latte;
  • Prezzemolo;
  • Erba cipollina;
  • Sale e pepe;
  • Brodo vegetale.

Per il contorno

  • 400 gr di patate;
  • 200 gr di cavolo verza;
  • Mezza bustina di zafferano in polvere;
  • Cumino
  • Prezzemolo tritato

Preparazione
Iniziamo con il preparare i canederli. Riduci a tocchetti il pane raffermo, riponilo in un recipiente piuttosto capiente e coprilo con il latte. Lascia riposare, mescolando di tanto in tanto, finché il pane non si sarà completamente ammorbidito, dopodiché aggiungi la farina, l’uovo, il grana padano grattugiato, il prezzemolo e l’erba cipollina tritati. Impasta il tutto fino ad ottenere un composto ben sodo, eventualmente se risultasse troppo asciutto puoi aggiungere altro latte. Affetta il formaggio asiago a tocchetti, poi prendi una cucchiaiata abbondante di impasto e forma una pallina facendo pirlare il composto tra il palmo delle due mani, poi schiaccialo e nel mezzo poni due o tre pezzetti di provola, richiudi e forma una pallina che passerai nella farina. Continua così fino all’esaurimento dell’impasto.
Passiamo alle patate. Sbuccia e riduci a pezzi piuttosto grossi le patate, trasferisci i pezzi in una casseruola contenente dell’acqua poco salata e la mezza bustina di zafferano. Porta il tutto a bollore finché le patate non si saranno lessate. Una volta pronte, scolale e riponile su un piatto, aggiungi il prezzemolo tritato e lasciale raffreddare.
Affetta e riduci a julienne il cavolo verza, riponi la verdure in un recipiente, aggiungi il cumino in semi, sale, pepe e poco olio extra vergine d’oliva. Mescola il tutto e tienilo da parte.
Porta a bollore il brodo vegetale, a dire il vero io ho preparato un minestrone di verdure e lì ho fatto cuocere i canederli, ad ogni modo quando il brodo inizierà a sobbollire  aggiungi i canederli e lasciali cuocere per 10 minuti abbondati.
Nel piatto di portata fai uno strato di cavolo verza, aggiungi le patate e due o tre canederli per commensale. Se vuoi puoi condire con una salsa al formaggio preparata con latte e taleggio.

Ricordati di fare mi piace sulla pagina facebook di Oplà! Ti fa bene

“Lo sai perché mi piace cucinare?” “No, perché?” “Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte l’impasto si addensa: è un tale conforto!” - Giulia Child

Rispondi

Back To Top